/* CSS Cookie e GDPR */ #cookieChoiceInfo { top: auto !important; /* Banner in basso */ bottom: 0 !important; /* Banner in basso */ } div#cookieChoiceInfo { font-family: Georgia; }

Una giornata nella mia vita da blogger


Forse sarebbe il caso di ri-intitolare il post così:
Sognando una vita da blogger, creativa, nel bene e nel male.

Vi annuncio subito che questo post è un post creato appositamente per l’ultima esercitazione del corso de il Blog Lab che sto seguendo, e che volge al temine.
E il tema richiesto era proprio questo: raccontare una mia giornata tipo, da blogger.
Quindi il post ne uscirà anche un pochino lunghetto, ma cercherò di alleggerirlo facendovi entrare in casa mia, per mostrarvi quello che succede più o meno tutti i giorni qui da noi, in casa Stellegemelle.

Devo dire che in questo periodo di pausa dal lavoro, per causa di forza maggiore!, posso permettermi di dedicarmi un po’ di più al blog, alla sua crescita e alla sua trasformazione, per realizzare uno dei miei sogni nel cassetto, ossia di far diventare tutto quello che scrivo, che faccio e che creo in un lavoro, anche se è davvero dura.
Mi sto impegnando molto in questo senso, sul serio, e sto seguendo appunto dei corsi come vi dicevo, e così dal ‘ilBlogLab1’ sono passata al livello successivo, 'ilBlogLab2’, per continuare a crescere e ad avere più consapevolezza di quel che sto facendo.

 Ma non solo!
 Mi sono iscritta e sto seguendo anche un nuovo corso: la Colibry Accademy, per imparare a pubblicizzare meglio il mio prodotto creativo, per valorizzarlo e farlo conoscere, e per mettermi in gioco.

E così la mia giornata è molto impegnata, non solo dal punto di vista famigliare, a cui però dedico  molto tempo, e da ci tutto parte e si organizza.

Non starò qui di certo a farvi una tabella dei miei orari, anche perché non sempre le giornate si svolgono in modo meccanico e sempre uguali, magari! Un sacco di imprevisti, capricci, malanni, idraulici, elettricisti… e blocchi creativi, ‘animano’ la quotidianità.

La mattina è sicuramente il momento migliore per organizzare la giornata, quindi dopo aver accompagnato le bambine all’asilo, si parte con il lavoro sul blog.


Mentre nei momenti più svariati della giornata abbozzo idee e spunti sul mio taccuino e scatto fotografie, la mattina è il momento in cui posso dedicarmi alla stesura, alla redazione del post a cui sto lavorando, sistemando la parte fotografica, selezionandola, componendola e magari rivedendola da capo! Per ottenere qualcosa di meglio se il risultato non mi soddisfa.
Momenti di pausa sono indispensabili per leggere di amiche blogger e non solo,su Fb o sui loro blog, per leggere delle loro novità, per chiacchierare, commentare e magari, perché no, prendendo qualche prezioso consiglio da sviluppare a mia volta.
Spaziando da un continente all'altro, cercando e appuntando spunti dai social che seguo, come Pinterest, Instagram… dove trovo sempre tanto materiale da rielaborare.
Ma non sono solo le fotografie o i lavori di altri ad ispirarmi, tutto quello che mi circonda mi fa ‘smuovere le idee’, una passeggiata, un colore, una rivista, una pubblicità, la televisione che qui da noi sta accesa per molte ore, anche se non viene guardata rimane come sottofondo. Lo so, non si fa! Ma così è!


Ma il più delle volte sono le mie bambine ad ispirarmi, con le loro richieste, i loro desideri, con i loro giochi improvvisati con niente, o con un semplice flacone del detersivo, mentre sistemo la spesa.
E io sono lì, con le antenne dritte dritte per annotare sul primo foglio che trovo, solitamente lo scontrino della spesa! l’idea della giornata, per poterla poi realizzare al più presto, anche insieme a loro.


Al più presto’ che parolona.
Il mio ‘presto’ è relativo, faccio fatica ad organizzarmi bene e a portare a termine tutto quello che vorrei fare, ci provo, ci sto lavorando, mi sono anche fatta un ‘planner editoriale’ ( che fa figo!) ma anche quello non sempre riesco a seguire. Ma lo sto studiando davvero bene, e prima o poi riuscirò a trovare il mio ritmo ideale.
Non è semplice. Ma ce la posso fare.
Cosa insegnano all’asilo delle bambine?!
Ci provo, ce la faccio’.

E facciamocela allora.






6 commenti:

  1. La tua colorata giornata ti offre spunti ma come sviluppi bene poi le idee!
    Complimenti! E buon lavoro ^_^

    RispondiElimina
  2. Ciao Sara, mi ha incuriosito questo post dal titolo. Ho diverse cose in comune con te... tipo gli appunti presi sullo scontrino... praticamente sono scritti e disegnati in uno stile segreto... solo noi siamo in grado di capire cosa c'è dietro quel minuscolo pezzo di carta ;) ci sentiamo sul gruppo delle colibrine ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, appunti incomprensibili :D a volte fatico a capire cosa ho scritto, allora ripercorro la giornata per farmi venire a mente cosa posso aver scritto ;)
      W le colibrìne indaffarate <3

      Elimina
    2. Sara sei bravissima, ti seguo da sempre, lo sai!
      Che bella la tua casa organizzata!

      Elimina
    3. Ciao Elena :D
      grazie dei complimenti :D
      anche se non sono proprio organizzata come può sembrare ;)
      a presto
      un abbraccio

      Elimina

linKWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...