....a volte ritornano


Sono lì che mi guardano,
mi ascoltano,
aspettano un mio cedimento.
Sono quelle brutte emozioni
quelle di una volta...
quelle che mia mamma ha visto prima di tutti,
e per fortuna c'era lei
che con intelligenza è riuscita a 'proteggermi'
e a farmi curare.
Sto parlando della depressione.
Io fortunatamente sono stata 'presa' presto,
ancora quando quella 'brutta bestia' si era solo 'presentata'.
Mia mamma ci ha visto lungo
ed è corsa ai ripari.
E tutto si è risolto.
Forse non era grave come tanti casi,
non lo so,
ma quello che stava 'nascendo' dentro di me
è stato preso prima del tempo.
E ringrazio infinitamente,
in silenzio,
mia mamma.
Ma spesso,
quando sono sola,
quando sono stanca,
quando mi guardo e faccio un 'autoanalisi' del chi-cosa-cosa-voglio.....
loro sono lì....
pronte ad attaccarmi...
ma adesso ho imparato a conoscerle
e allora piango.
E con le lacrime vanno via....
sono più forte io.
Purtroppo non tutti hanno la mia fortuna,
non tutti sono riusciti a combatterla.
Non sarei neanche in grado di aiutarle quelle persone,
sono troppo 'a rischio' anche io.
Mi auguro che tutti quelli che conoscono questa 'malattia'
abbiano a fianco delle persone forte e intelligenti
come la mia mamma.


Con questo post partecipo alla staffetta  di blog in blog


e qui potrete trovare i miei post precedenti che hanno partecipato alla staffetta

di BLOG in BLOG è una vera e propria staffetta tra blogger affini, ogni mese ci sarà un tema e si raccoglieranno le adesioni attraverso il gruppo organizzativo, il giorno 15 del mese usciranno tutti i post con in calce l'elenco degli altri blogger partecipanti.




Per partecipare si devono seguire delle regoline semplici e si è liberi di decidere mese per mese se scrivere dell'argomento scelto (votato a maggioranza nel gruppo), oppure se saltare.

Per entrare nel gruppo di blogger partecipanti devi chiedere l'iscrizione a questo gruppo: https://www.facebook.com/groups/116938918437177/

questo è l'elenco dei blog partecipanti questo mese:


5. made in bottega - http://www.madeinbottega.com
16. Il caffè delle mamme - http://www.ilcaffedellemamme.it
18.Sara Milan Fiorenza http://www.nuvolositavariabile.com/
26) Antonietta Nido in famiglia gnometti&fantasia http://www.gnomettiefantasia.blogspot.it/
33) Home-trotter: http://hometrotter.it
38) Mammamari http://mammamari.it/

29 commenti:

  1. Purtroppo la conosco. Sei stata fortunata ad avere tua mamma, tieni duro, mi raccomando!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si,anche se ai tempi,ero giovane,e non apprezzavo e capivo la sua 'presenza'.

      Elimina
  2. Questa "brutta bestia" come la chiami giustamente tu, è davvero importante che non ritorni... ce ne fossero di più invece di persone come la tua mamma che ha saputo intervenire nel modo corretto.
    CIAO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguro a tutti di avere a fianco delle persone come la mia mamma.

      Elimina
  3. Brava! Non è mai facile parlare di questi mali oscuri che, troppo spesso, assalgono noi mamme -chi più chi meno.
    Non sempre è vera depressione, a volte si ha solo bisogno di ritrovarsi, di staccare, di respirare... Non sempre, purtroppo, si ha il coraggio di parlarne... Non sempre, purtroppo, anche quando questo coraggio sia ha, chi ci sta attorno comprende ciò che ci sta succedendo...
    Il web è spesso demonizzato, ma, invece, in questo caso, fare "rete" tra mamme, fare informazione e far capire che non è una vergogna sentirsi "depresse" aiuta davvero tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non mi è successo dopo la gravidanza,ma molto prima ancora di conoscere mio marito,avevo 20 anni,e tutta dalla vita....ma 'quella' non guarda in faccia nessuno!!
      Fortunatamente dopo le gravidanze,ero talmente presa che non mi sono fatta 'trascinare' in quel vortice.
      Viva il web che comunque può mettere alla luce questo brutto male,e soprattutto per le mamme,che se riescono a conoscere tutto questo prima che succeda a loro,possono conoscere e riconoscere questa 'malattia',e forse,conoscendola,possono affrontarla,ma soprattutto non avere timore o vergogna di accettarla e farsi aiutare.

      Elimina
  4. la tua mamma è stata una grande! comprendo bene di cosa parli io ci lavoro.
    Avere dei familiari vicino è la prima vera cura essenziale per chi soffre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente fortunata!!
      Auguro, a chi purtroppo viene 'rapito' da questo male,di trovare una persona che stia al suo fianco, e soprattutto che la persona che aiuta,abbia la forza di reggere il tutto!

      Elimina
  5. Bravissima, ce l'hai fatta, non farti riprendere mai più, tu sei più forte e sei stata fortunata ad avere tua mamma vicino
    Un bacio
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ce l'ho fatta,grazie al veloce intervento di mia mamma,ma soprattutto anche alla sua tenacia.

      Elimina
  6. ero giovanissima quando "ebbi il piacere" di conoscere il malessere ma allora non era una depressione vera e propria, avevo solo 13 anni, così piccola eppure tanto forte.
    la mia mamma purtroppo si tappa gli occhi e non vuole vedere ma la mia nonna sì e ha fatto di tutto per aiutarmi e in qualche modo c'è riuscita.
    la perdita della nonna quando avevo 20 anni ha comportato il crollo, attacchi di panico e ovvio mi sono fatta seguire ma da allora qualcosa cova dentro di me.
    La depressione, eccola, prorompente, dilaniante, devastante, oggi, a 28 anni, con due figli da seguire, ma quando ho toccato il fondo e i miei figli me l'hanno detto a modo loro pur non capendo cosa stesse accadendo ho aperto gli occhi e sì ne sto uscendo (?) guidata da un medico e supportata da marito e figli (e questa è la motivazione e la forza maggiore).
    sì se ne può uscire ma ci vuole tempo, forza e sostegno, non si deve fare gli struzzi ma affrontare, combattere e vincere anche se purtroppo non tutti ce la fanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sono molto vicina carissima.
      Scontato dirti che ti capisco,ma ti dico anche un altra cosa:
      un bene che anche i tuoi figli te lo abbiano fatto capire,ma mi sento di dirti che adesso devi continuare a combattere,non per i tuoi figli,ma per te stessa!!
      un grosso, grossissimo abbraccio.
      E tanta stima.

      Elimina
  7. a volte capita di viverla, la depressione, e nemmeno lo si capisce.
    io per esempio, me ne sono resa conto solo quando toccando il fondo ho usato quel poco di lucidità rimasta per vedere ciò che di bello avevo intorno e, che sino a quel momento non ero stata capace di vedere!
    è silenziosa e rapace.
    coraggio e grinta!
    complimenti, perchè hai avuto una mamma lungimirante e attenta!

    RispondiElimina
  8. Questa "brutta bestia" è davvero difficile da allontanare e purtroppo ci sono casi in cui si hanno le mani legate e non si riesce a salvare chi ne soffre, nemmeno con l'aiuto di specialisti. Ma si combatte perché almeno bisogna provarci, le persone che amiamo se lo meritano.
    Complimenti alla tua mamma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie.
      Capisco chi non si vuole fare aiutare,anche io non volevo...non capivo...ma Lei è stata davvero brava!!!

      Elimina
  9. Capisco bene... Brava tu e brave anche alcune delle tue commentatrici!

    RispondiElimina
  10. Una brutta bestia che ha colpito anche me ma le mie creazioni mi hanno salvata. Sei stata fortunata come me. Tieni duro.... se non ha vinto una volta quella brutta bestia non vincerà mai più!

    Un bacio Licia

    RispondiElimina
  11. caspita...che post toccante...meraviglioso che hai tirato fuori questa cosa di te. complimenti hai fatto molto bene a tutte noi secondo me ! un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, come vedi sono sempre lì...che aspettano....

      Elimina
  12. Ho pensato di donarti il premo "Very Inspiring Blogger Award"...vai qui e troverai le istruzioni se vorrai riceverlo http://legioiedimoira.blogspot.it/2013/06/premibabbo-natale-arriva-tutto-lanno.html :-)

    RispondiElimina
  13. Io ho avuto accanto una persona che ha sofferto di depressione. La tua mamma è stata brava, e lo sei stata anche tu, soprattutto tu che ne sei uscita. Non so che dire, questa staffetta ha fatto tirare fuori più delle altre emozioni molto profonde. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un grandissimo abbraccio anche a te,cara.

      Elimina
  14. gran brutto ritorno, son contenta che la tua mamma sia riuscita ad esserti di sostegno. A volte basta avere la fortuna di essere capite...!

    RispondiElimina
  15. continua a tener duro sempre... un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Non è facile lo so... sono momenti, purtroppo, tutti da vivere, ma quando quella lieve sensazione di angoscia distoglie l'attimo da noi, allora in quei momenti, ci ritroviamo, più sensibili alle cose, capaci di gioire veramente di quello che ci sta attorno...siam fatte così...non ci badare...

    RispondiElimina

linKWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...