/* CSS Cookie e GDPR */ #cookieChoiceInfo { top: auto !important; /* Banner in basso */ bottom: 0 !important; /* Banner in basso */ } div#cookieChoiceInfo { font-family: Georgia; }

Dolcetti per Halloween



Un dolce per Halloween


Tutti gli anni arrivo in 'zona cesarini' con Halloween!

Come non smentirmi?! 'Puntualmente in ritardo' decido di fare un dolce per l'occasione, e puntualmente non ho tempo per le decorazioni 'Halloweeniane', quindi ci accontentiamo del colore arancio, colore per eccellenza di questa festa stregata.

Anche le giornate non aiutano ad entrare nel tema macabro e ombroso, con queste giornate di sole e caldo che ci stanno accompagnando in questi giorni d'autunno...
ma arriviamo al nostro dolce semplice semplice:

Alcuni le chiamano 'Le Camille' ma anche se le nostre non sono proprio quelle originali, l'ingrediente base è sempre lo stesso:  la carota.

Questi muffin sono  squisitissimi, dolci, morbidi e leggeri.

E' una ricetta semplicissima, veloce e genuina. Le mie bambine ne vanno matte: ottime come merenda o per colazione.
La ricetta che faccio io è semplice semplice, e i procedimenti 'classici' io li ho rivisitati, e per farla ancora più semplice di quello che è già... io uso il Bimby!

Ma ecco la lista fotografica degli ingredienti che serviranno:



250 g di CAROTE
200 g di ZUCCHERO
140 g di MANDORLE PELATE
350 g di FARINA 00
100 g di LATTE
2 UOVA
1 BUSTINA DI LIEVITO per DOLCI
1 PIZZICO DI SALE

Come ogni volta rimango senza mandorle sul più bello!
Ora mi sono organizzata un po' meglio e faccio scorta di mandorle dai dispenser self service al supermercato, e prendo dei bei sacchetti pieni.

Come ho detto prima io ho usato il Bimby, ma la ricetta è ripetibile anche senza il robot nominato.


Per prima cosa mettete nel boccale le mandorle e lo zucchero e tritare 30 secondi a velocità 6.
Pelate le carote,tagliatele a tocchetti e unitele nel boccale con le mandorle polverizzate e tritare 30 secondi a velocità 7.
Con la spatola riunite la crema ottenuta sul fondo.

Senza Bimby questi passaggi vengono benissimo anche con un Minipiner!

Aggiungete alla crema ottenuta la farina, le uova, il sale, il lievito, il latte e impastare 1 minuto a velocità 4.

Come prima, senza il robot da cucina, si possono versare tutti gli ingredienti nella ciotola dove si era fatta la crema di carote e mandorle con il Minipiner e mescolare con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio.

A questo punto rivestite con i pirottini di carta lo stampo da muffin e riempire a metà gli stampini con l'impasto e passare in forno caldo a 160° 15-20 minuti.
ogni forno fa a sé, quindi per vere se sono pronti e cotti al punto giusto fate la prova stecchino: se risulta bagnato inserendolo nella parte centrale del muffin, lasciate ancora qualche minuto in forno.
Quando saranno cotti toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare.


Buona merenda!













“IOTUNOIVOI Donne Insieme”. Dalla violenza si può uscire.

Oggi devo parlare di un argomento che di solito non tratto. Ma questo non significa che sia un argomento che non mi tocca e che mi lascia indifferente: la Violenza sulle Donne.

E per violenza non intendo solo quella fisica, ma anche quella psicologica, emotiva spesso sottovalutata e non considerata “violenza”. Quella che non si vede, quella che più si può camuffare, nascondere, non ascoltare.

Ed è proprio perché spesso chi è vittima di situazioni di violenza - donne, bambine, famigliari -  ha paura e vergogna a parlarne con qualcuno, a volte addirittura ci si sente colpevoli di queste situazioni, ecco che arrivano in aiuto i Centro Antiviolenza.


Centri come quello dell'associazione 'IOTUNOIVOI DONNE INSIEME'.

Il Centro Antiviolenza #iotunoivoi Donne Insieme è un luogo fisico, un Centro di pronta accoglienza e solidarietà dove poter sperimentare, attraverso la relazione tra donne, che uscire dalla violenza si può

Un luogo dove le violenze più indicibili possono trovare ascolto e in cui trovare risposte alle ragioni della violenza domestica; un luogo dove le parole possono trasformarsi in progetti ed in azioni per uscire dalla violenza.

L'associazione offre incontri di ascolto, confronto, informazione e sostegno, che avvengono principalmente in sede, ma offre anche servizi di ascolto telefonico, e ancora ospitalità nelle situazioni a maggiore rischio per le donne con i loro eventuali figli minori, perché nella maggior parte dei casi si parla di violenza coniugale.

Il personale di IOTUNOIVOI DONNE INSIEME è composto da operatrici e/o volontarie preparate ad hoc sullo specifico tema della violenza su donne ed i loro figli offrendo informazioni di legge utili all'elaborazione di ogni singolo caso e successivamente sostenuta attraverso la collaborazione con i legali della donna, l'eventuale stesura di relazioni per la Magistratura, Forze dell’Ordine e servizi territoriali, a seconda del caso.

È un tema molto delicato, ma che va affrontato, conosciuto e riconosciuto. 

Qui potete trovare il sito dell'associazione IOTUNOIVOI DONNE INSIEME e reperire tutte le informazioni di cui avete bisogno.

Siamo vigili su questo tema, perché la Violenza sulle Donne e la Violenza psicologica sulle donne spesso si ripercuote anche sui nostri bambini.



#noallaviolenzasulledonne #iotunoivoi #DonneInsieme #ad



Cuscini fai da te



Un idea simpatica, divertente e facile per rinnovare i cuscini del vostro divano.
Io ho utilizzato queste splendide stoffe in piquè di cotone dalla fantasia a stelle e pois, nei colori del rosa, azzurro polvere e bianco per la prima fodera interna, da abbinare alla seconda fodera che resterà 'a vista' realizzata con un tessuto di cotone grezzo di color beige.


Occorrente:
tessuti di varie fantasie per la prima fodera interna
tessuto a contrasto per la fodera esterna
nastri di cotone in tinta con le fantasie scelte
forbici
metro
matita
spilli
macchina da cucire
cucino 38x38 (o una misura a vostra scelta)

Fodera interna
Per prima cosa prendiamo le misure del cuscino a cui volgiamo rinnovare il look, o se preferiamo di un cuscino nuovo.
Andiamo a realizzare la prima fodera, con il tessuto della fantasia che avete scelto, nel modo pèiù semplice che conosco, senza cerniere nè bottoni.
In questo progetto ho utilizzato per primo un cuscino da 38x38 cm.
Ci serviranno 3 pezzi di stoffa:
uno della misura del cuscino, in questo caso quadrato, 40x40,  lascio 2 cm in più per le cuciture;
due rettangolari 40x30.
Realizzate ai due pezzi di stoffa da 40x30 un orlo sul lato più lungo, piegate il tessuto per 1 cm, stirate e cucite con la macchina da cucire con un semplice punto dritto.


Fatti gli orli ai due pezzi di stoffa, assembliamo i tre pezzi posizionando dritto contro dritto andando a sormontare i pezzi più piccoli dalla parte degli orli, come vedete in fotografia e fermate tutto con degli spilli.


Cucite ora tutti 4 i lati della fodera, sempre con punto dritto.


Tagliate i 4 angoli della fodera, questo aiuterà ad ottenere degli angoli migliori quando andrete a rigirare il lavoro.


Una volta rigirato il lavoro inserite nella tasca che si è creata il vostro cuscino.


Fodera esterna
Questa seconda fodera, dove verrà inserito il cuscino già coperto con precedente, è ancora più semplice del primo passaggio.
Dal tessuto beige che ho scelto, ho tagliato due pezzi di stoffa da 42x35 cm, prendendo la misura direttamente dalla cimosa del tessuto. I 2 cm di cimosa li andrò a tagliare, e li userò per realizzare i lacci che mi serviranno per chiudere questa fodera con un bel fiocco, al posto dei nastri di cotone che avevo descritto nell'elenco del materiale necessario per realizzare questo progetto.
Una volta tolta la parte di cimosa, avrò due pezzi di stoffa da 40x35.


Come per la prima fodera, realizziamo un orlo di 1/,1,5 cm di altezza sul lato più lungo (40 cm), e nella parte centrale all'interno del bordino, inseriamo la parte di cimosa tagliata precedentemente ( o il nastro di cotone) lunga circa 30 cm.
Cucite sempre a macchina con punto dritto il bordo.


Sormontate i due pezzi dritto contro dritto, il laccio realizzato con la cimosa deve restare esterno, e fermate con gli spilli.
Cucite tutto intorno sui tre lati senza bordo, e rigirate il lavoro.


Inserite ora il cuscino foderato con la prima fodera, e chiudete la seconda fodera realizzando un semplice fiocco.
essendo la seconda fodera più corta da un lato, il cuscino resterà a vista per circa 6 cm, così da ottenere un simpatico contrasto tra le due stoffe.


Il lavoro è davvero semplice, e potete utilizzare qualsiasi tessuto che volete, anche di recupero, magari utilizzando vecchie stoffe che avete già in casa.


Un modo semplice per rinnovare i cuscini del divano, o uno spunto per altri simpatici progetti creativi.








Vacanza di famiglia

L'estate è ufficialmente iniziata!
Ora è tempo di vacanze!
Le nostre ormai non possono più contemplare prenotazioni in struttura alberghiere. Siamo in troppi e camere da 6 non ci sono, le comunicanti costano un pochino troppo e comunque il soggiono in albergo non riusciamo a sostenerlo, sia dal punto di vista economico che di tempistiche!
Si le tempistiche!
A rispettare gli orari dei ristoranti di alberghi o villaggi io non ce la faccio!
Per essere puntuali, cosa per me comunque impossibile!, anche arrivare a 5 minuti dalla chiusura delle cucine vuol dire salire dalla spiaggia troppo pesto, e comunque fare le corse.
Per questo da qualche anno abbiamo optato per delle vacanze in appartamento, bungalow o case prefabbricate.
Meglio se situate comunque in strutture organizzate in villaggi, quindi con animazione per bimbi e adulti, piscine e posti in spiaggia assicurati!

Quest'anno mentre sceglievamo la destinazione, ci è stato suggerito il Villaggio Turistico Europa. 


Situato vicino alla città di Grado, provincia di Gorizia, denominata l’Isola del Sole dell’alto Adriatico, il Villaggio Europa mi hanno detto il luogo ideale per trascorrere le vostre vacanze all’insegna del divertimento, del relax, dello sport e del buon cibo.


Un oasi di pace e tranquillità, mi dicono, con tanti servizi per assicurare una vacanza al'insegna del piacere, del comfort e del divertimento: una spiaggia attrezzata, un moderno parco acquatico, una sala giochi, la possibilità di praticare varie attività sportive, diversi punti bar e ristoro, un fornito supermercato, una lavanderia, il servizio di Mini Club e un qualificato team di animazione che sa stupire gli ospiti più esigenti con gli spettacoli proposti nella fantastica struttura del Teatro Arena.





Praticamente un sogno!

Così sono andata a cercare tutte le informazioni a riguardo sul loro sito e ho trovato un sacco di informazioni tra cui la connessione gratuita alla rete Wi.fi del villaggio, che non è poco direi!

Ho visto che all'interno del villaggio c'è un Supermercato aperto ogni giorno con generi alimentari freschi.
Ma non mancano la pizzeria per la sera e una tavola calda direttamente vicino alle piscine.


L'animazione presente nella struttura organizza spettacoli serali rappresentati nell'anfiteatro ogni sera, e c'è persino una pista ciclabile per chi volesse portarsi la bicicletta e fare un bel giro in tutta sicurezza con i bambini.




Ora ci stiamo organizzando per decidere quale settimana sarebbe migliore per noi, magari a settembre...anzi, sarà meglio sbrigarsi a prenotare perché è rimasta la disponibilità solo per quel mese ora!

Buone vacanze a tutti!


L'inizio del mio rebranding

Ciao, è un po' che non aggiorno il blog, e il motivo, se segui i miei social, è abbastanza semplice e chiaro.
E in atto una fase di rebranding.



Questo blog è nato come uno dei tanti blog 'mammeschi' sul web, non certo alla pari di tanti fatti benissimo e da mamme blogger professioniste, ma diciamo che ci sono stati momenti in cui il mio nome anche se non conosciutissimo era comunque noto a qualche mamma, e questo grazie anche a Fattore Mamma e ai suoi splendidi e 'illuminatori' giorni di incontro e formazione, come il Mammacheblog.

In questi anni ho conosciuto tante donne meravigliose, non solo virtualmente ma anche di persona, ci sono stati tantissimi scambi e collaborazioni, e sono davvero felice di dire di aver trovato delle Amiche, cito alcuni nomi e andatevi a leggervi e a seguire il oro blog: Lara, amica di viaggi verso Milano, Lisa, grande pasticcera non posso far a meno dei suoi biscottoni! Arianna, amica di panza, Micaela, Nema, Arianna, Eleonora, Barbara, super mamma! Francesca, altra super mamma, e tante tante altre.

Tante anche le mamme blogger creative che ho conosciuto: SaraAnna, Rita, Ilenia, e tantissime altre.
Ed è stato a questo punto che il mio 'fare creativo' con le bambine ha risvegliato la mia voglia di creare. Ancora. Per me.

E così ho conosciuto e approfondito la conoscenza di altre blogger, questa volta dedicate principalmente al mondo creativo. Oltre a quelle nominate precedentemente, ci sono Antonella, Anna, Anabella, Sara, Manuela, Pamela, e non vi immaginate quante ancora!

E qui avviene il mio cambiamento.

Ora, ovviamente in sotto-veste di mamma, mi presento come creativa.


'Ciao sono Sara, mamma di 4 meraviglie, nel cuore della Franciacorta realizzo teneri e preziosi articoli per bambini. Necessari ai bambini e indispensabili per la mamma'.

La presenza delle mie bambine e l'essere mamma sono la parte fondamentale della strada e del processo di restyling che sto percorrendo.
Se siete interessate a scoprire i miei progressi vi prometto che presto vi aggiornerò sui passi che sto percorrendo, e sempre di più condividerò qui i miei lavori.
...e non chiamateli 'lavoretti'!!!

Nel frattempo seguitemi comunque sui miei social:






linKWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...