Tappeti per le nostre camerette

Ogni momento della vita ci mette davanti a delle scelte molto 'difficili'. E per me è arrivato il momento di prenderne una davvero 'fondamentale'!
Tappeto si , tappeto no!

      

Sulla via del rinnovo delle nostre camerette sono arrivata al momento di scegliere se mettere dei tappeti a 'scaldare' le stanze, renderle più accoglienti e spiritose, o se invece lasciare il pavimento 'nudo', senza tappeti e colore..
Dopo aver cercato alcune soluzioni per sistemare al meglio le camerette delle bambine, e non essendo ancora completamente contenta del risultato ( un giorno vi mostrerò alcune fotografie, quando riuscirò a riordinare il grande caos che comunque lasciamo ogni giorno!). manca qualcosa, qualcosa per riscaldare ancora di più l'ambiente. Ecco che arriva il tema 'Tappeti'.

Non credo sceglierò tappeti a pelo alto non solo perché mi danno l'impressione che siano un nido perfetto per acari e polveri strane, che di allergie non ne vogliamo. Grazie. Ma anche perché mi sembrano difficili da tener puliti. 
Mi stanno già prudendo le mani al solo pensiero di trovarci animaletti strani!

Al tempo stesso non credo opterò per una scelta di tappeti realizzati con gomma piuma o simili, tipo i tappeti gioco per i bambini piccoli, utili per attutire le cadute. Le bambine ormai sono grandicelle e non necessitano di questi tipo di prodotto.
La mia scelta si concentrerà principalmente sui tappeti più classici, dal punto di vista della composizione, come quelli a pelo raso che possono essere di lana, seta, materiali sintetici come il polipropilene, o poliacrilico, nomi che possono spaventare ma in pratica sono i materiali dei tappeti più comuni che si trovano in commercio. Sicuramente la mia scelta punterà molto sul lato estetico e decorativo, quindi oltre all'attenzione al materiale la mia preferenza cadrà su tappeti carini, simpatici e particolari dal punto di vista della fantasia e magari anche dalle forme particolari.

Ne ho trovati di belli bellissimi QUI per esempio. Gufi, stelle, stelline, casette.
Ci sono diversi soggetti, per ogni gusto. A me personalmente non piacciono troppo quelli con i pupazzi, preferisco quelli con simboli e forme geometriche, li trovo più durevoli nel tempo come gusti, mi sembra che possono essere temi che non passano di moda, né dal punto di vista delle mode né dal punto di vista dei gusti personali, miei e delle bambine.

Dai più grandi ai piccoli, da usare come scendiletto. Quelli a forma di nuvola sono meravigliosi!




Sono tappeti non troppo grandi, anzi, io direi più scendiletto dato le loro misure di 100x68. Sono stati realizzati in cotone al 100%, dalla morbida consistenza che sembra proprio di volare sulle nuvole. Queste nuvole sono disponibili in diversi colori, e si adattano ad ogni cameretta, di ogni colore e destinazione d'uso. Direi che ho quasi scelto...io li appenderei anche alla parete!

Poi navighi e navighi e ne trovi altri bellissimi, come questo, spiritosissimo, a forma di balena.
Meravigliose queste tonalità insieme, fanno venire immediatamente voglia di mare, sole, vacanze!

In giro si possono trovare un sacco di belle idee, e ora non mi resta che decidere. Opto per un tappeto per ogni cameretta, o scelgo gli scendiletto, quindi 4 pezzi?
Ma se mi decido per gli scendiletto li prendo tutti uguali o tutti diversi? e se uguali, uguali per tutte o due a due, ogni soggetto per stanza?
ne sto uscendo pazza! Mi sa che sarà meglio scegliere un tappeto da sistemare nel mezzo della stanza e siamo a posto!

E mi fermo qui, per ora, perché poi ci saranno da scegliere anche cuscini e cuscinotti. E chissà cos'altro mi verrà in mente. Staremo a vedere. Sicuramente sarà una ricerca molto divertente e piacevole.
Se avete consigli o dritte da darmi ne sarei davvero felice. Immagini, idee, colori, forme, ma anche siti, e commerce, vendite on line di prodotti nuovi e perché no, magari anche nell'usato potrei trovare qualcosa di particolare e divertente.

Seguitemi e consigliatemi, ne vedrete delle belle!





Come realizzare fiocchi origami

Ti ho già parlato della mia collaborazione con Principesse Colorate, il Web Magazine per Donne e Mamme, Creative e Multitasking, questo mese in occasione di San Valentino, ma ottimo per ogni occasione speciale, puoi trovare un dettagliatissimo DIY per realizzare dei bellissimi fiocchi origami.


Una tecnica che ho imparato da circa due anni e che spesso accompagna le mie giornate creative, spesso anche insieme alle bambine, che ormai sono diventate espertissime in questa magica tecnica orientale.

Per ogni occasione, dal compleanno all'anniversario, da un piccolo pensiero o per un regalo ad un invito a cena, un semplice pacchettino, realizzato anche solo con della carta di giornale, ma il più delle volte con carta bianca da stampante (!), viene 'impreziosito' e 'abbellito' da questi fiocchi origami rendendo il regalo ancora più speciale.
Il fiocco è realizzato solo per la persona che riceverà il dono, quindi sarà molto gradito. Creare qualcosa di personale e dedicato è un pensiero dolcissimo e sicuramente apprezzato.
Quindi se non vuoi perdere tempo e hai in programma dei compleanno speciali corri a vedere come è semplice realizzarli. 


Non scoraggiarti al primo sguardo, prendi i fogli ed esegui un passaggio alla volta. Al primo tentativo forse non otterrai un fiocco perfetto con pieghe perfette, ma credimi se ti dico che al secondo tentativo tutto risulterà più semplice. E non smetterai più!

Io ne ho preparati talmente tanti che ne ho fatto anche una 'decorativissima' ghirlanda 'fioccosa' che rallegra la mia stanza creativa.



Quest'autunno abbiamo realizzato anche dei simpaticissimi funghetti, che hanno rallegrato la nostra casa, confermando il detto 'crescono come i funghi'!


Funghi sparsi in ogni dove! Di ogni misura, colore e fantasia.
Nei 'momenti vuoti' (anche se qui da noi non ce ne sono poi tanti!) si creano origami a piacere E' quasi diventato un momento di relax e pace.

E ora divertiti, o rilassati, anche tu.



Le etichette adesive e termoadesive Petit Fernand


Dallo scorso anno, anno di inizio della scuola primaria per le gemelle, siamo sempre al lavoro per 'etichettare' tutto il materiale scolastico e non solo!
Non che sia particolarmente difficile il lavoro, ma ogni volta un sacco di tempo tra scrivere, tagliare, incollare, proteggere... e pure il doppio di quello che si pensa direi!
Poi mi è arrivata la mail di Petit Fernand!


'Scopri le etichette termoadesive e adesive di Petit-Fernand per contrassegnare vestiti, materiale scolastico e altri oggetti personali dei bambini!'

⛤⛤Che meraviglia!⛤⛤

Questa ditta francese realizza etichette adesive e termoadesive per poter contrassegnare oggetti e vestiti, e cascano a pennello pure per le due che vanno al nido e all'asilo! ma anche per l'abbigliamento dello sport.
Al momento dell'ordine ho potuto scegliere tra vari sfondi, colori, font di scrittura e la possibilità di scegliere anche se 1 o 2 righe, così da poter inserire, oltre al nome/cognome, anche altre informazioni, tipo un recapito telefonico se cene fosse bisogno.
L'ordine mi è arrivato sottoforma di carnet, comodo, pratico e suddiviso per tipologia: adesive per oggetti e termoadesive per indumenti e scarpe.


All'interno del carnet ci sono anche le istruzioni per usarle al meglio, ma il procedimento è davvero semplicissimo:

per applicarle su indumenti, scarpe e tessuti vari, basterà staccare l'etichetta dal suo supporto, appoggiarla all'oggetto da personalizzare, e stirare l'etichetta appoggiando il foglio protettivo, tipo carta forno, che si trova in fondo alla confezione.


Non serviranno più ago, filo e...pazienza!
Con un colpo di ferro da stiro, senza vapore! in pochi secondi si possono personalizzare un sacco di cose.
In questo momento abbiamo già etichettato tantissime cose, non ci ferma più nessuno insomma!
Anche le sacchette di danza, e i body e le scarpette (anche se per quelle ci sarebbero le etichette dedicate solo per le scarpe, ma essendo l'interno di questo tipo di scarpette di tessuto io ci ho provato, e seguendo le bene le indicazioni incluse nel carnet dovrebbero resistere)


E anche se questa splendida giacchetta dorata solo Princy1 poteva averla ... lei ha voluto etichettare anche questa ... sia mai!

Nel frattempo... continuano i nostri' etichettamenti'
Ora ognuna ha il suo contenitore per i pastelli, la propria bottiglia, il proprio portamonete...



Le etichette sono realizzate con un inchiostro senza solvente, sono resistenti sia in lavatrice che in asciugatrice, e anche in lavastoviglie.

I tempi di consegna sono davvero veloci e semplicissimo fare l'ordine.
Ora. Sono giorni che ci penso ma... credo che farò un ordine con il mio nome!
Si! sono troppo belle, le voglio anche io!!!!

Se poi hai in ballo un evento, dal matrimonio al battesimo , dalla cresima alla comunione, sul sito della ditta puoie trovare un sacco di idee originali per personalizzare anche bomboniere e inviti.

Per te che stai leggendoe ho anche una super notizia:  acquista etichette termoadesive  con un codice sconto del valore del 10% su etichette e pacchetti valido fino al 21 aprile 2017 , che l'azienda mi ha regalato per le mie lettrici fedelissime: basta inserire il codice 'stepf16' al momento dell'ordine.

Approfittatene!

Ora crea etichette personalizzate, e divertiti a personalizzare tutto quello che vuoi!


Segui anche la pagina facebook e il profilo Instagram di PetitFernand per restare sempre aggiornati e prendere un sacco di spunti.





Un autunno ricco di funghi...origami

Anche se il sole riscalda ancora abbondantemente le nostre giornate, i colori caldi dell'autunno colorano i nostri giardini, le strade, le campagne.
E per portare anche in casa il sapore di questa stagione, oggi ti mostro come realizzare un fungo con l'antica tecnica dell'origami.


Da cui poi puoi partire per realizzare diverse composizioni a seconda del tuo gusto e della tua creatività.

In questo Tutorial cercherò di mostrarti le varie fasi, ma non spaventarti , non sono così difficili e complicate come potrebbe sembrare. Anche le mie bambini sono riuscite a farle, ed ora abbiamo la casa invasa di funghi!


Per realizzare questi funghi ti servirà solamente della carta, meglio se non tropo pesante, fino a 100gr, (i fogli classici che si usano per fare le fotocopie sono solitamente da 80gr, per intenderci).
Meglio sarebbe avere una carta da origami, e decorata da entrambi i lati ma con fantasie e colori diversi.
Io adoro la carta e quando mi capita di andare alle fiere creative, come quella di Bergamo a cui ormai non rinuncio mai, ne faccio scorta. Ce ne sono di tutte le fantasie.
Per pura fortuna sono riuscita a trovare una carta che calza proprio a pennello con questo progetto:
Bianca da un lato e rossa a pois bianchi dall'altro!
Ma ora andiamo a lavorare!


Prendere il foglio di formato quadrato, circa 12x12
1. Piegarlo a metà, aprirlo e piegarlo ancora a metà dall'altro lato, poi aprire il foglio.
2. Piegare ancora a metà la prima metà ottenuta.
3. Girare il foglio, in modo da avere la parte piegata sul retro, e piegare entrambe le metà verso il centro.


4. A questo punto piega a metà e ripiega indietro lungo la piegatura che hai già ottenuto al passaggio 2.


5. Ora piega due angolini verso il centro a 90°, come in figura, e poi ripiegali all'interno.
Non è difficile, provare per credere, forse al primo colpo non riuscirai, ma con la pratica capirai il movimento.


6. Apri ora entrambi gli angoli ripiegati verso il centro, e hai quasi finito.


7. Ultimi passaggi quelli di piegare i 4 angolini, 2 alla base e 2 del cappello del fungo verso il centro, non troppo, basterà fare pieghe di 5/6 mm

consiglio: premi bene lungo le linee delle pieghe, magari aiutandoti con una matita o un righello, in questo modo il risultato sarà bellissimo.

Rigira il foglio ed ecco il bellissimo fungo!

Semplice no?

Se non riesci a trovare fogli decorati a pois, non preoccuparti, basterà realizzarli con del colore e una gomma, o semplicemente con un pennarello tipo Uniposca bianco.


Ora puoi sbizzarrirti e comporre quello che vuoi. Realizzane un bel cestino e dai sfogo alla tua fantasia.
Se domani fai un salto su ItaliaCheMamme puoi vedere dove sono finiti tutti i miei funghi.

Alla prossima creazione




Giochi d'acqua per giorni d'estate

Come ogni anno anche questa estate abbiamo preparato il gioco a cui non rinunciamo mai.

La fontanella!


Poche e di riciclo le cose che servono per realizzarlo:

una bottiglia di plastica
dello scotch ( quello a tela resistente all'acqua, ma va benissimo anche quello per elettricisti )
un punteruolo ( o comunque qualcosa per fare dei piccoli fori nella bottiglia )
forbici
canna dell'acqua


Basterà infilare la canna dell'acqua nella bottiglia di plastica, facendola entrare per poco meno della metà della lunghezza della bottiglia.
Con dello scotch di tela, o semplicemente dello scotch 'da elettricista' fissa la canna dell'acqua alla bottiglia, facendo aderire bene i primi giri di nastro alla bottiglia, soprattutto nella parte dove si uniscono canna e bottiglia, in modo da non far filtrare l'acqua tra lo scotch, altrimenti la colla si scioglie a contatto con l'acqua e bisogna rifare il lavoro.
Pratica dei fori su tutta la bottiglia, senza esagerare, sia nel numero che nella dimensione, altrimenti la forza dell'acqua si perde e gli spruzzi che usciranno dai fori sarebbero troppo deboli.


A questo punto non ti resta che accendere l'acqua, aspettare che tutta la canna si riempia di acqua, e poi anche la bottiglia e...
una super fontanella!


Tra brevi titubanze, il caldo torrido e uno splendido arcobaleno, ecco pronto un semplice ma d'effetto gioco che farà divertire grandi e piccoli!


Per un Ferragosto fresco e divertente.




Rigenerante dalla calura di questi giorni e uno spasso per i bambini.
Buona estate!



linKWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...